8 commenti su “Ancora su Star Trek

  1. Allora, dopo “La Nemesi” (comprato in videocassetta il giorno che andai a fare “i tre giorni”) non ho più visto un film di Star Trek, quindi mi tengo lontano dalla discussione sul film di Abrams, ma a questo punto mi procurerò il fumetto così almeno vedrò il nuovo corso in ordine cronologico.

    Per il resto, “Enterprise” non mi prese assolutamente mai. L’idea non era malvagia, ma per me aveva un vizio di fondo, che può anche sembrare stupido. Si tratta di una serie che è ambientata prima della serie classica, ma girata con una tecnologia avanti di decenni rispetto all’originale. So che è strano da spiegare, ma se per me il 2266 ha i colori, le tecniche di ripresa e le scenografie degli anni ’60 (oltre che tutta una serie di rimandi alle situazioni politiche e sociali dell’epoca), mi riesce difficile gustarmi gli effetti speciali che vengono usati per una serie ambientata prima di quella. Probabilmente se gli episodi avessero avuto una sceneggiatura originale non mi sarei impuntato su queste cose, ma visto che, come dici tu, il canovaccio degli episodi era quello già visto e stravisto nelle altre serie, io mollai prestissimo.

    Nel “periodo d’oro” italiano di “Star Trek” venivano pubblicati anche i fumetti della DC Comics, io ho conservato uno o due albi. Ricordo che “Voyager” e “DS9” passavano spesso sulle tv locali, la prima su Odeon e la seconda su T9 (nell’Italia centrale, altrove immagino che la trasmettessero altre emittenti), io riuscivo a guardarle così, perché la Rai le ha sempre trasmesse malissimo. Tu guardavi le puntate di notte?
    Per non parlare di Italia 1 che relegava “TNG” a notte fonda, quando ancora non era di moda.
    Ogni tanto trovo “Inside Star Trek” e la leggo, e così mi ricordo che anche in Italia c’è qualcuno che la segue. Infatti son molto pentito di non essermi mai segnato al Fans Club Italiano di Star Trek, così da poter condividere questa passione con qualcuno. Un ragazzo che conoscevo (che però era una piattola allucinante) partecipava anche ai giochi di ruolo di ST, sembravano interessanti seppur di una nerdaggine assurda.

    • Per quanto riguarda il “vizio di fondo” devo dire che concordo, è una cosa tutt’altro che stupida. già fare un prequel di questo genere era una cosa difficile per via di questo vizio di fondo, in più sono scaduti nel fotocopiare TNG, DS9 e Voyager; almeno avessero fatto più una cosa del tipo “NASA-style”, metti anche con qualche trovata assurda tipo tecniche di ripresa come quelle che si vedono sullo shuttle, astronavi che si muovono come le astronavi vere o perlomeno come quelle della serie classica, e no che fanno acrobazie assurde… secondo me ha influito parecchio la paura di discostarsi troppo dai modelli trekkiani precedenti e scontentare i fan. Ma tanto valeva farlo, dato che se l’idea del prequel era coraggiosa poi bisognava agire di conseguenza, e i fan li hanno scontentati lo stesso e “mandato in bancarotta” tutto il vecchio franchise (almeno sul piccolo e grande schermo).

      Di Voyager mi registravo le puntate quando le facevano di notte e le guardavo il giorno dopo, e ho fatto lo stesso, sempre in quel periodo, anche con alcune puntate della serie classica che la facevano tipo alle 4 di mattina su Canale 5.
      Adesso che mi ci fai pensare a un certo punto avevo fatto un pensiero anch’io, sull’iscrivermi allo STIC, dato che non conoscevo di persona un solo essere umano a cui piacesse Star Trek. Per un periodo ho anche partecipato a un gdr di narrazione online, questo: http://www.resurrection.it/ è stato tantissimo tempo fa, non sapevo neanche che fosse ancora attivo

  2. Purtroppo sono un po’ ignorante sull’argomento…😦
    A parte il film di Abrams ( che non mi è dispiaciuto ) ho visto solo i precedenti film, di cui mi sono piaciuti solo i primi….benchè ami la fantascienza, purtroppo Star Trek non è mai riuscito ad acchiapparmi completamente….!

  3. Aspetto Battlestar Galactica per il mio ragazzo: tempo fa vi si era appassionato (è un amante della fantascienza in generale) così gli faccio leggere la tua recensione, ne sa più di me.
    Io invece aspetto la recensione di Leeds: mi incuriosisce assai, essendo simpatizzante dell’Inghilterra.😀

    • ok, spero non ci rimanga male perché, nonostante non manchino degli innegabili aspetti positivi, non mancheranno le critiche🙂
      per quanto riguarda Leeds, ho per la testa quel che voglio scrivere a tal proposito da mesi, ma non riesco a formalizzare il tutto come si deve; comunque arriverà presto un post anche su quello, dato che oramai navighiamo verso i primi 6 mesi di mia permanenza lì

  4. Sono andata a leggermi la recensione che hai fatto del film prima di postare qui un commento.
    Io faccio parte di quella popolazione ultra nerd per Star Trek ovvero sono una di quelle persone che si è vista tutte le serie, letta parecchi libri e che sa citare a memoria date ed eventi😀

    Concordo con Jimmy Mad quando evidenzia l’errore fatto nel concept di Enterprise, anche perché invece di riavvicinare gli appassionati e attirare nuovi fan ha fatto tutto il contrario. Gli sceneggiatori non si sono curati delle eccessive incongruenze di timeline che sono state create.
    Pensare che sarebbe bastato contattare il fan club americano per ottenere una consulenza approfondita e probabilmente per un decimo del costo.

    Nemesis è stato un’altra svista commerciale tremenda.

    Il punto è che in Paramount si illudevano di rinverdire la saga solo aggiungendo un supercattivone con una navona.
    Hanno dato in mano il film a un regista che mai aveva nemmeno visto Star Trek ed ecco il floppone.

    La cosa più assurda è che ci hanno riprovato con quello di JJ Abrams, stavolta contando puramente sul nome noto.

    La mia valutazione su quel film (che mi sono vista in inglese a causa di strafalcioni di traduzione da far accapponare la pelle) è su due livelli.
    Il livello da trekker: quando il film, dopo un’agonia che sembrava interminabile, è finito avrei voluto avere davanti JJ per poterlo violentemente sfregiare.
    Il livello da non trekker: non molto diverso da quello da trekker.

    Non sapevo dell’esistenza del fumetto a fare da prequel ma un film, perché la sua storia risulti comprensibile, deve narrare una storia comprensibile. Il fumetto non deve essere determinante.
    Le incongruenze puramente trek si contano a bizzeffe e il fatto della timeline alternativa è semplicemente una scusa, perché anche Abrams ha dichiarato che mai in vita sua aveva visto Star Trek.

    La trama è inesistente, quel poco che c’è è debole. Anche senza avere una conoscenza del mondo trek ci si chiede: che diavolo è la materia rossa? La big babol appiccicata sotto la scrivania di qualche senatore romulano da suo nipote?
    Se esiste una tecnologia di teletrasporto e i viaggi nello spazio mi spiegate perché quello che immagino essere il sistema di raffreddamento del motore è fatto con tubi di acqua? Che oltretutto attraversano esposti la sala macchine e chissà quante altre aree piene di bei circuiti.
    Vogliamo poi parlare dell’alta tecnologia dei manicottoni orbitali?
    Ah sì, un’altra chicca: la suoneria nokia a inizio film.

    Personalmente credo che Star Trek dovesse chiudersi con Deep Space 9 ma io non sono una fan di Janeway quindi sarei vissuta bene senza Voyager.
    E’ stata invece trascinata e munta fino alla nausea e fino ad arrivare a questo risultato.
    La cosa più triste è che pare, stavolta, aver funzionato.
    Nuovi fan ci sono.
    I vecchi fan tanto ormai sono “vecchi”, non fanno più mercato e se vogliono vedersi Star Trek si guardano qualche bel DVD dei prodotti del passato.

    E’ il marketing, lo so.
    Quello che Star Trek ha cercato di fare (anzi, quello che Roddenberry ha cercato di fare) è stato unire un prodotto di intrattenimento a un prodotto di riflessione, costruendo eventi e personaggi su un’ideologia auspicabilmente futuribile.
    I fan accaniti sono fan accaniti perché sono interessati a questo aspetto ideologico, non certo all’intrattenimento. Mancano i colpi di scena, i momenti epici sono pochi e dosati, gli episodi ruotando maggiormente attorno a dilemmi morali più che a epopee amorose o guerresche.

    Dalla morte di Roddenberry in poi tutto questo è stato lavato via poco alla volta fino ad arrivare a un capitano federale che punisce un cadetto esiliandolo su un pianeta ghiacciato.
    Povero Gene, sento dolore per lui.

    Purtroppo il pubblico dei consumatori è cambiato e prodotti del genere sono sempre più rari e spesso astutamente mascherati, così che “la morale” della storia non sia così in risalto e arrivi quasi timidamente.

    Il film di Abrams è in tutto e per tutto un prodotto usa e getta che sembra perfino low budget e confezionato nel tempo libero tra la passeggiata del cane e il caffé.
    Io trovo triste che abbia avuto un gran seguito, non perché è Star Trek, perché a mio parere è davvero un film pessimo.

    • Wow che commentone!😀 Ti ringrazio per essere passata a leggere quel che ho scritto io a proposito di Star Trek, che pur non essendo un fan sfegatato della saga è una serie ho comunque avuto un paio di momenti “trekkie” abbastanza intensi, soprattutto quello di dieci anni fa in cui mi son guardato per la prima volta tutti i film e mi son comprato svariati videogiochi (ma all’epoca, come ben saprai, ne uscivano una quantità enorme, e molti erano pure veramente validi)

      Comunque, venendo a noi, ti ringrazio anche per il tuo ricco commento dato che ora ho anche il punto di vista di un trekkie vero e proprio, e capisco molte più cose, e molte altre che non avevo notato da solo (la cosa dei tubi d’acqua che girano sopra ai pannelli elettrici è semplicemente esilarante, da quanto è involontariamente comica). Mi trovo d’accordo con te sul fatto che il fumetto non debba essere determinante, le cacchiate del film restano tali e non è che perché il prequel a fumetti mette a posto un bel po’ di cose il film ne guadagni, anche perché in confronto a quanto hanno visto il film il fumetto non lo ha letto praticamente nessuno. Però devo ammettere che ne ho gioito parecchio proprio perché in confronto al film molte cose vanno a segno, e mi è sembrato quasi come vedere un nuovo film di Star Trek veramente ben fatto, con un sacco di citazioni e tutto il resto… poi però non so, magari dal punto di vista del trekkie purista è diverso🙂

      Per quanto riguarda le serie tv devo dire che invece considero Voyager la mia preferita (DS9 per me è un po’ soporifero, se devo essere sincero), perché coi suo viaggione dal quadrante delta la Voyager è veramente l’erede dell’Enterprise del capitano Kirk, in giro per la galassia ad esplorare nuovi mondi. Ma son d’accordo anch’io sul fatto che non c’era bisogno di andare oltre, tantomento con una cosa così pericolosa come il telefilm-prequel Enterprise da un lato e un film come La Nemesi che ha determinato la fine di Star Trek come lo conoscevamo trasformandolo purtroppo in un vecchio franchise dal gusto vintage da riesumare commercialmente…

      Per il futuro boh, vedremo, magari se ne usciranno con un nuovo telefilm un po’ più degno, ma non ci spero troppo… ma come avrai visto sono un appassionato di casi disperati, come vecchi filoni tele-cinematografici esauriti che spero un giorno di rivedere tornare in tutta la loro gloria (tipo il western all’italiana)😦

      Comunque concludo segnalandoti che proprio ieri mi son visto il plagio a bassissimo costo di Star Trek XI, ovvero Star Quest: The Odissey (una recensione qui: http://jigsawslair.blogspot.com/2010/06/star-quest-odyssey-movie-review-130.html)

  5. LOL! Grazie della segnalazione. Da quanto leggo in quell’articolo hanno perso un’occasione di farci una buona parodia invece di un plagio.

    Comunque anche io amo i casi disperati o non sarei appassionata di Star Trek😀
    Naturalmente JJ Abrams è ormai mio nemico giurato U_U tra quel film e la megadelusione che è stata Lost mi sarà difficile capire come possa essere così valutato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...